Le Manifestazioni Gemelle

Il Báb rappresenta la Porta che chiude un’epoca della storia umana e ne apre un’altra. Egli chiuse il ciclo profetico, durato oltre seimila anni, durante il quale diversi Profeti e Messaggeri di Dio guidarono progressivamente l'umanità verso livelli più elevati di progresso spirituale e materiale. Essi profetizzarono l'arrivo del Promesso, una Figura i cui principi avrebbero organizzato la vita collettiva sul pianeta e instaurato una nuova epoca di pace. Il Báb, come lo squillo di tromba annunciato nell’Apocalisse, proclamò l’imminente avvento di “Colui che Dio avrebbe manifestato”, "Il Promesso di tutti i tempi",invitando il mondo a scuotersi dal torpore e a riconoscerLo, quando Egli si sarebbe manifestato. Nel 1863 Bahá'u'lláh proclamò di essere il grande personaggio che il Báb aveva annunciato, dando inizio alla Fede bahá’í e ad una nuova epoca per l’umanità. 

 

Foto del mausoleo di Bahá'u'lláh (sinistra) e del Báb (destra) - le Manifestazioni Gemelle - in Israele 

   Il 29 ottobre, secondo l’attuale calendario bahá’í, segna la nascita del Báb e il 30 ottobre quella di Bahá’u’lláh, tale è la vicinanza trai i Fondatori gemelli della Fede bahá’í e tale il legame spirituale e storico tra loro, tanto che «agli occhi di Dio (i genetliaci) ...sono considerati come uno solo». La loro realtà religiosa e spirituale è unica nella storia dell’uomo in quanto entrambi sono portatori di una Rivelazione autonoma, di Scritture sacre, di principi rivoluzionari e al contempo legati agli insegnamenti del passato, in un arco temporale assai breve, consapevoli l’Uno dell’Altra. Bahá’u’lláh accetta il messaggio rigenerante del Báb e ne diviene uno dei seguaci più fervidi fino al prematuro martirio del Báb; quest’ultimo sin dall’inizio annuncia l’avvento di Colui che Dio farà manifesto e prepara i suoi seguaci a riconoscerlo e a rivolgersi a Lui con dedizione e prontezza.  La grandezza di questa epoca e lo slancio che avrà l’umanità intera nel suo progresso sociale e spirituale, afferma Bahá’u’lláh, è evidente dal fatto che il suo avvento è stato annunciato da due Manifestazioni divine.

“…la sacra figura del Báb è stata una risposta alle preghiere e alle suppliche delle generazioni che attendevano Colui Che tutte le sante Scritture avevano predetto. Con la Sua venuta, l’eterna Fede di Dio è stata rinnovata e rivitalizzata con straordinaria rapidità.Eppure, nello stesso titolo che ha scelto per Se stesso, Egli ha indicato di essere il portale di una Rivelazione superiore della quale, nelle parole di Shoghi Effendi, «si considerava l’umile precursore».”  – Casa Universale di Giustizia